Modello OT23 per il 2021: chiediamo uno sconto all’INAIL
Ottimizzazione dei costi del lavoro. Aiutiamo le aziende a identificare motivi di risparmio e recuperare risorse finanziarie con un metodo di lavoro a success fee.
costi del lavoro, hr analytics, ottimizzazione costi, risparmio, riduzione costi, costi del personale, inps, inail, previdenza, costi, riduzione costi, analisi dati, consulenza, ottimizzazione, recupero, risparmi, contributi, risorse finanziarie, buste paga, payroll, oneri contributivi, success fee, opportunità, analisi, gestione risparmi,
4747
post-template-default,single,single-post,postid-4747,single-format-standard,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0.2,qode-quick-links-1.0,extensive-vc-1.8.1,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,vss_responsive_adv,vss_width_768,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.0,qode-theme-bridge,bridge,evc-predefined-style,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Modello OT23 per il 2021: chiediamo uno sconto all’INAIL

INAIL ha pubblicato il nuovo modello OT23 per il 2021 per la riduzione del tasso medio di tariffa: le aziende devono presentarlo entro il 28 febbraio 2021.

CHE COS’È IL MODELLO OT23?

OT23 è un modello, predisposto da INAIL, per vagliare le varie voci relative alla sicurezza sul luogo di lavoro.
Questo “sconto”, denominato “oscillazione per prevenzione”, premia dal 2000 le aziende che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli minimi previsti dalla normativa in materia (oggi decreto legislativo n. 81/2008). L’oscillazione per prevenzione riduce il tasso di premio applicabile all’azienda, determinando un risparmio sul premio dovuto.

COME SI ACCEDE ALLA RIDUZIONE?

L’Azienda deve aver effettuato nel corso del 2020 un intervento migliorativo delle condizioni di sicurezza ed igiene sul lavoro, aggiuntive a quelle obbligatorie per legge (81/08 e s.m.i).
Il requisito fondamentale è quindi quello di aver ottenuto nel 2020 una certificazione ISO 45001 (Sistema di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro).
I presupposti applicativi, che vengono autocertificati dall’azienda nell’istanza, sono:

  1. Accertamento regolarità contributiva dell’azienda (verifica proposta dall’INAIL tra 1 e 30 aprile);
  2. Verifica osservanza degli obblighi in materia di prevenzione infortuni ed igiene sul lavoro (rispetto 81/08).

Gli interventi migliorativi presi in considerazione sono i seguenti:

  • Prevenzione infortuni mortali
  • Prevenzione rischio stradale
  • Prevenzione malattie professionali
  • Formazione, addestramento e informazione
  • Gestione della salute e sicurezza: misure organizzative
  • Gestione emergenze e DPI

L’INAIL individua per ogni intervento la documentazione che ritiene probante. Tale documentazione deve essere presentata unitamente alla domanda tramite la funzionalità resa disponibile dal sito INAIL.
Ad ogni intervento è attribuito un punteggio. È necessario aver effettuato interventi tali da raggiungere la somma minima di 100 punti. La soglia dei 100 punti viene calcolata per ciascuna PAT. Ai fini della riduzione del tasso è necessario che per ciascuna PAT ci siano interventi migliorativi per almeno 100 punti.

COME VIENE CALCOLATA LA RIDUZIONE DEL TASSO?

In caso di accoglimento dell’istanza la riduzione viene applicata solo per l’anno di presentazione, in sede di regolazione del premio assicurativo.
Nei primi 2 anni dalla data di attivazione della PAT si applica una riduzione in misura fissa dell’8% rispetto al tasso di riferimento.
Dopo il biennio, la riduzione dipende dal numero dei lavoratori/anno calcolati sulla media del triennio precedente (calcolo sulla medesima PAT):

  • Fino a 10: 28%
  • Da 10,01 a 50: 18%
  • Da 50,01 a 200: 10%
  • Oltre 200: 5%

IL CASO STUDIO DI FIABILIS

Grazie alla nostra expertise in materia di ottimizzazione dei costi del lavoro, abbiamo verificato che sono poche le aziende che chiedono lo sconto in oggetto, ovvero sono poche le aziende che fanno istanza di riduzione del tasso medio di tariffa INAIL. Stando agli indici statistici nazionali si parla di un numero veramente esiguo.
Probabilmente il motivo è che, chi si occupa del rapporto assicurativo (consulenti, commercialisti, uffici del personale delle aziende) molto spesso non è in grado di entrare nel merito tecnico degli interventi prevenzionali. Al tempo stesso, chi è specializzato in prevenzione non conosce il meccanismo assicurativo.
Abbiamo accompagnato alla richiesta dello sconto un grande player del fast fashion, seguendolo step by step dal reperimento delle informazioni alla compilazione delle pratiche.
Per il nostro cliente, l’ipotesi di riduzione per l’anno 2021, a fronte dell’accoglimento dell’istanza è potenzialmente di circa € 9.200,00.
Ovviamente, essendo il nostro approccio “success-fee”, il nostro cliente retribuirà la nostra prestazione solo dopo l’effettivo ottenimento della riduzione da parte dell’INAIL.

Se anche voi pensate valga la pena verificare quale potrebbe essere l’esito della vostra domanda, contattateci e ricordate che la scadenza per la presentazione della richiesta è il 28.02.2021!