Contattaci per maggiori informazioni

Compila il form, un nostro esperto ti contatterà per fornirti tutte le risposte che necessiti.



    (Informativa sulla privacy)

    Vuoi avere maggiori informazioni? Vuoi conoscere in dettaglio i nostri servizi?

    Contattaci telefonicamente. Il nostro team sarà felice di proporti le soluzioni più adatte alle tue esigenze.

    Chiamaci 0039 02 36576563.

    Giugno 29, 2022

    Bando Isi Inail: finanziamenti per la sicurezza nei luoghi di lavoro

    Ogni anno, l’Inail finanzia investimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro e lo fa attraverso il Bando Isi, un avviso pubblico regionale o delle province autonome. Si tratta di un finanziamento a fondo perduto che ha come obiettivo quello di incentivare le imprese a migliorare i livelli di salute e sicurezza sul lavoro.

    Bando ISI INAIL

    Ogni anno, l’Inail finanzia investimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro e lo fa attraverso il Bando Isi, un avviso pubblico regionale o delle province autonome. Si tratta di un finanziamento a fondo perduto che ha come obiettivo quello di incentivare le imprese a migliorare i livelli di salute e sicurezza sul lavoro.

     

    È possibile compilare telematicamente la domanda per il Bando Isi 2021 fino al 18 giugno 2022, ma vediamo nel dettaglio come funziona questo Bando.

     

    Chi sono i destinatari dei finanziamenti?

    Tutte le Imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura e anche gli Enti del terzo settore esclusivamente per i progetti dell’Asse  di finanziamento 2.

    Non potranno partecipare al Bando Isi Inail 2021 le imprese che hanno già ricevuto il contributo a fondo perduto del Bando Isi Inail 2017, 2018 e Agricoltura 2019/2020, ad eccezione di quelle aziende che hanno partecipato alle edizioni di cui sopra, per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

     

    Quali progetti sono ammessi a finanziamento?

    Sono ammesse le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 Assi di finanziamento:

    1. progetti di investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse di finanziamento 1);
    2. progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (Asse di finanziamento 2);
    3. progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (Asse di finanziamento 3);
    4. progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore raccolta, trattamento e smaltimento di rifiuti (Asse di finanziamento 4);
    5. progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (Asse di finanziamento 5).

    Le imprese possono presentare un solo progetto riguardante una sola unità produttiva per una sola tipologia di progetto tra quelle sopra indicate in una sola Regione o Provincia Autonoma.

     

    A quanto ammonta il finanziamento per le imprese?

    Il finanziamento è calcolato sull’ammontare delle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA.

     

    a) Per gli Assi 1, 2, 3 e 4 il finanziamento non supera il 65% delle predette spese, fermo restando i seguenti limiti:

    • per gli Assi 1, 2, 3, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 5.000,00 euro né superiore a 130.000,00 euro. Non è previsto alcun limite minimo di finanziamento per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
    • per l’Asse 4, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 2.000,00 euro né superiore a 50.000,00 euro.

     

    b) Per l’Asse 5 il finanziamento è concesso nella misura del:

    • 40% per la generalità delle imprese agricole;
    • 50% per giovani agricoltori;

    Per ciascun progetto il finanziamento non potrà essere inferiore a 1.000,00 euro nè superiore a 60.000,00 euro.

     

     

    Quali sono le spese ammesse?

    Sono ammesse a finanziamento le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, le eventuali spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione dello stesso e indispensabili per la sua completezza, nonché le eventuali spese tecniche, entro specifici limiti indicati negli allegati del Bando.

    Le spese ammesse a finanziamento devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data di chiusura dello sportello telematico.

     

    Come si partecipa al bando INAIL?

    La procedura è organizzata in più fasi. Nella prima fase  si carica la domanda attraverso uno sportello informatico predisposto dall’INAIL. Nella seconda fase, verificata la validità formale della domanda ed il raggiungimento del punteggio minimo di ammissibilità di 120 punti, viene rilasciato un codice per partecipare al Click-day, ovvero una giornata ed un orario preciso i cui si dovrà inviare il più velocemente possibile la domanda per accedere alla graduatoria del Bando in ordine cronologico. Nella terza fase bisogna partecipare alla prenotazione telematica e risultare tra i più veloci nell’invio del codice rilasciato. Nella quarta fase si fornisce all’INAIL dimostrazione formale delle dichiarazioni presentate in fase di domanda. Nella quinta fase l’INAIL valuta la domanda ed eventualmente concede il contributo. Nella sesta fase l’azienda presenta la documentazione finale per ottenere il saldo del contributo approvato.

     

    Il bando Inail è cumulabile con altri aiuti?

    Il contributo a fondo perduto è assegnato in “regime de minimis”, ciò significa che non si possono richiedere più finanziamenti per lo stesso progetto oggetto della domanda al Bando Isi Inail 2021 (per l’anno 2022).

    E’ cumulabile solo con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito.

     

    Quali sono le scadenze?

    2 MAGGIO 2022: apertura della procedura informatica

    16 GIUGNO 2022 ORE 18.00: chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda

    23 GIUGNO 2022: download codici identificativi

    12 SETTEMBRE 2022: pubblicazione regole tecniche per l’inoltro della domanda online

    data da definire: Click-day Bando INAIL 2021

    14 giorni dopo il Click-day: pubblicazione elenchi cronologici provvisori

    data da definire: completamento della documentazione per gli ammessi al Click-day

     

     

    Da oltre 10 anni studiamo le migliori opportunità di ottimizzazione dei costi del lavoro e della previdenza sociale con una metodologia sostenuta dalle più avanzate tecniche di business intelligence e data mining. Scopri tutti i nostri servizi di ottimizzazione.