NUOVO NOMENCLATORE INAIL | 1 MAGGIO 2019 - Fiabilis CG Italia
2957
post-template-default,single,single-post,postid-2957,single-format-standard,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0.2,qode-quick-links-1.0,extensive-vc-1.9,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,vss_responsive_adv,vss_width_768,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.0,qode-theme-bridge,bridge,evc-predefined-style,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

NUOVO NOMENCLATORE INAIL | 1 MAGGIO 2019

 

FIABILIS PRONTA AD AFFIANCARE LE AZIENDE 

 

Entro metà maggio, le aziende italiane dovranno presentare ad INAIL il pagamento del premio e le dichiarazioni telematiche delle retribuzioni e, in questi giorni, l’Istituto sta provvedendo all’invio delle basi di calcolo necessarie.

Fiabilis Consulting Group che si occupa di ottimizzare i costi del lavoro tramite l’analisi dei processi di applicazione della normativa in materia previdenziale e assicurativa “è già operativa sulle ultime novità che hanno interessato INAIL – spiega Francesca Orlando, Head of Production per l’Italia – e alla luce di questo cambiamento, che possiamo definire epocale, abbiamo da subito aperto un tavolo di studio e confronto sulle nuove voci di tariffa che il nomenclatore riporta”.

“È importante capire come sono state accorpate le voci di tariffa che già conoscevamo e quale impatto, invece, avranno quelle appena introdotte”.

 
La scadenza per presentare l’autoliquidazione 2018/2019 è prevista per il prossimo 16 maggio e Fiabilis sta ricevendo moltissime richieste di supporto da parte dei Clienti alcuni dei quali hanno ricevuto da INAIL basi di calcolo non completamente riconducibili a quelle precedentemente in uso.

Per noi che ci occupiamo di ottimizzazione – precisa la nostra Head of Production – analizzando costi e rischi passati e futuri, è importante guardare in prospettiva e capire come queste novità influiranno nei prossimi anni sui rapporti di lavoro già instaurati”.

Le Aziende hanno ora l’urgenza di dichiarare nei termini le retribuzioni annuali e versare i premi conteggiati in regolazione per il 2018, con le vecchie voci di tariffa e in rata per il 2019, con le nuove appena introdotte.

Questo momento di passaggio è molto stimolante per noi che da sempre trasformiamo le difficoltà in opportunità per i nostri clienti – conclude Francesca Orlando – e confidiamo nel fatto che anche questa occasione possa essere ottima per aiutare le aziende a trovare il lato positivo di questo cambiamento”.

 

Scopri i nostri servizi ->