MoCOA: il nuovo servizio informatico per il MONITORAGGIO della CONGRUITÀ OCCUPAZIONALE degli APPALTI - Fiabilis CG Italia
5195
post-template-default,single,single-post,postid-5195,single-format-standard,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0.2,qode-quick-links-1.0,extensive-vc-1.9,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,vss_responsive_adv,vss_width_768,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.0,qode-theme-bridge,bridge,evc-predefined-style,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive
MoCOA MONITORAGGIO della CONGRUITÀ OCCUPAZIONALE degli APPALTI

MoCOA: il nuovo servizio informatico per il MONITORAGGIO della CONGRUITÀ OCCUPAZIONALE degli APPALTI

 

L’INPS ha da poco presentato un nuovo servizio informatico per le imprese denominato MoCOA, Monitoraggio Congruità Occupazionale negli Appalti.

 

Lo strumento intende tutelare il committente di appalti pubblici e privati. L’utilizzo di MoCOA favorirà le aziende virtuose, la trasparenza e la corretta condivisione delle informazioni, scoraggiando pratiche scorrette in grado di danneggiare i lavoratori e il mercato.

 

A guadagnarne è l’intero tessuto economico e sociale italiano. Lo sviluppo conseguente è la creazione di una banca dati delle società appaltatrici virtuose alle quali affidare le proprie commesse. In futuro potrebbe essere considerato un elemento utile a fornire un punteggio aggiuntivo nel processo di aggiudicazione degli appalti.

 

 

QUALI SONO I VANTAGGI CONCRETI DI MoCOA?

 

Dal punto di vista pratico l’idea è quella di andare oltre il Durc, documento di regolarità contributiva, superandone i limiti. Sebbene, infatti, il Durc abbia permesso di aggregare le informazioni contributive di Inps, Inail e Casse edili, permette di verificare quanto denunciato dalle aziende solamente a livello globale e non per singola commissione. Lo scopo è quindi quello di tracciare le aziende avendo un quadro completo di tutte le commesse e di tutti i loro lavoratori occupati.

 

 

COME FUNZIONA MoCOA?

 

In questa prima fase sperimentale, le aziende possono utilizzare MoCOA su base volontaria. In futuro questa procedura probabilmente diventerà obbligatoria.

 

Il committente può aprire l’appalto sul sistema, ricevendo, per ciascun contratto inserito, un Codice Identificativo, denominato CIA. Si tratta di un codice univoco che verrà comunicato via PEC al Committente, all’Appaltatore e al Subappaltatore (se previsto). Dovranno essere inseriti oltre al Codice Fiscale di ciascun lavoratore, anche le percentuali d’impiego mensile di ogni singolo lavoratore e potranno essere variate entro il termine di trasmissione delle denunce UniEmens dello stesso mese.

 

A questo punto si genera il DoCOA (Documento Congruità Occupazionale Appalti) che certifica il corretto impiego della forza lavoro per ogni singolo appalto.

 

Il DoCOA si compone di due sezioni:

  • Intestazione: contente i dati e le informazioni del singolo appalto inserite dal committente ed il periodo di riferimento del documento
  • Sezione Riepilogativa: che evidenzia situazioni irregolari, dati contraddittori o incoerenti, grazie all’attività di incrocio tra denunce contributive (UniEmens) trasmesse da appaltatori e sub appaltatori e i dati dall’applicativo MoCOA.

 

Le anomalie possono riguardare:

  • I codici fiscali dei lavoratori impiegati nell’appalto;
  • il totale dei contributi dichiarati e l’importo versato;
  • la presenza di situazioni debitorie.

 

Su ogni punto viene inviata una comunicazione, all’indirizzo PEC inserito nell’applicativo, con indicazioni degli alert individuati. La comunicazione viene inoltrata sia che vengano individuati alert o meno.

 

 

MoCOA e I nuovi SERVIZI DI CONSULENZA DI FIABILIS ITALIA

 

Sebbene avviato in via sperimentale, Fiabilis CGItalia accoglie con grande entusiasmo questa notizia per due ordini di motivi. In primis, rileviamo la messa a fuoco di un problema annoso approcciato con soluzioni innovative. In secondo luogo, rileviamo che le tecniche di data mining e data crossing su cui poggia il sistema MoCOA sono le stesse da noi adottate per lo svolgimento dell’analisi di ottimizzazione dei costi del lavoro.

In relazione a questa novità rinnoviamo il nostro impegno ad andare oltre le aspettative dei nostri clienti. Siamo già impegnati nell’attività di test e di studio delle nuove procedure per essere pronti a supportarvi dal punto di vista consulenziale e operativo per consentirvi di ottenere valore da questa evoluzione.

 

Se siete interessati a verificare quali potrebbero essere le opzioni legate alla vostra realtà aziendale contattateci.